Gruppo di lavoro sul follow up neonatale: il 13 novembre i risultati della survey in un convegno all’ISS

pubblicato in: In Evidenza | 0

Ogni anno 15 milioni di bambini (più di uno ogni 10 nati) nascono prematuri, ossia prima delle 37 settimane di età gestazionale.  L’incidenza è in aumento in quasi tutte le nazioni, compresa l’Italia. Malgrado i notevoli progressi nelle cure neonatali, la nascita pretermine è il fattore prognostico negativo più importante nello sviluppo di un bambino, in termini di sopravvivenza e di qualità della vita.

Una percentuale significativa di bambini che sopravvivono alla nascita prematura presentano nel breve e nel lungo termine una più elevata incidenza di disturbi pediatrici, neuropsichici e sensoriali. In particolare, circa la metà dei nati prematuri sviluppano disordini neuropsichiatrici lievi quali ad esempio disturbi specifici dell’apprendimento, deficit di attenzione ed iperattività, problematiche emotive, di regolazione, socio-comunicative, ma anche disturbi neuropsichici gravi quali l’autismo. Inoltre circa il 15% dei bambini nati pretermine, soprattutto quelli con più bassa età gestazionale, basso peso alla nascita o con maggiori complicanze nel periodo perinatale, ricevono una diagnosi di paralisi cerebrale infantile. E’ pertanto fondamentale garantire un attento monitoraggio dello sviluppo nel tempo, per poter intercettare tempestivamente le situazioni a rischio e mettere in campo interventi efficaci.

Obiettivo delle attività del gruppo di lavoro è migliorare la qualità e l’appropriatezza del follow up dei neonati pre term  e/o a rischio  a livello nazionale, implementando e perfezionando un modello  multiprofessionale  e multidisciplinare di follow up  neonatologico/neuropsichiatrico e riabilitativo

 

Azioni previste:

  • Attuazione di una survey nazionale della effettiva situazione dei follow up neonatali
  • Diffusione dei risultati della survey
  • Condivisione e diffusione di un appropriato modello organizzativo e di un protocollo di follow-up per il monitoraggio del neonato pretermine e/o a rischio in tutto il territorio italiano
  • Condivisione e diffusione di buone pratiche per l’assistenza pediatrica post-dimissione

 

Il gruppo di lavoro è composto da neuropsichiatri, neonatologi, fisiatri e rappresentanti dell’ISS: Paola Francesca Ajmone (SINPIA), Antonella Costantino (SINPIA), Elisa Fazzi (SINPIA), Fabrizio Ferrari (SIN), Francesca Fulceri (ISS), Francesca Gallini (SIN), Camilla Gizzi (SIN), Andrea Guzzetta (SINPIA), Annalisa Monti (SINPIA), Fabio Mosca (SIN), Odoardo Picciolini (SIN), Maria luisa Scattoni (SIN), Alessandro Scoppa (SIN)

 

Scarica il programma

Scarica il comunicato stampa